FARE IMPRESA IN EUROPA

L’ITALIA non è un isola autarchica e neppure una Nazione con dazi doganali  calibrati e pronti a proteggere le imprese italiane dalla concorrenza sleale di imprese che PRODUCONO in situazioni drammatiche & costi ridicoli.

Il Mercato Unico Europeo che mette e impone lacci e lacciuoli, limiti produttivi che di fatto favoriscono altri Paesi UE e extra-europei non è comunque solerte a garantire a tutte le imprese dell’unione pari opportunità!

Una competizione dove esistono Paesi dopati e paesi come l’Italia che devono competere e superare la concorrenza che corre più leggera e non con alle spalle un pesante fardello di Handicap.

Vediamo cosa pesa nel nostro zaino:

ASSICURAZIONI Le più care e le più tassate
BUROCRAZIA La peggiore con alcuni paesi dell’est.*
CARBURANTE Tra i tre peggiori
CORRUZIONE Tra i peggiori dell’unione Europea**
Cuneo Fiscale Monoreddito+2F 3° PEGGIORI col 38,6%
CUNEO FISCALE SINGLE 5° PEGGIORI col 47,8%
ENERGIA ELETTRICA  5°PEGGIOR COSTO – 38° SU 42
GIUSTIZIA 35° PER EFFICIENZA su 42
SALARI MEDI 13° IN EU – NELLA MEDIA SU 42
ISTRUZIONE 30° SU 42 X SPESA  (4%PIL)
TASSE RAPPORTO COL PIL 6° NEL MONDO  (42,9%)
TASSE R/PIL E SOMMERSO 1°NEL MONDO  (51,6%***)
ACCESSO AL CREDITO 6° PEGGIORE SU 42****
TRASPORTI SU GOMMA 3° PEGGIORE (85,9%)
COSTI AUTOSTRADE 2°  PEGGIORE  (1° FRANCIA)

note e precisazioni:

*Burocrazia peggio di noi solo Bulgaria, Cipro, Croazia, Romania, Slovenia, Repubblica Ceca e Slovacchia.

**Corruzione come noi solo  Romania Grecia Bulgaria.

***Tasse il rapporto col solo PIL falsa la reale pressione fiscale perché in Italia tenendo conto del lavoro nero e della produzione sommersa o evasione fiscale la reale pressione fiscale sulle imprese regolari è prima nel Mondo.

**** L’accesso al credito è stato indicato come il problema più incalzante dal 40% delle PMI a Cipro, dal 32% in Grecia, dal 23% in Spagna e Croazia, dal 22% in Slovenia, dal 20% in Irlanda, Italia e nei Paesi Bassi, contro valori del 7% in Austria, dell’8% in Germania o del 9% in Polonia. (fonte UE)

tanti auguri a tutti!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *