Noleggio automezzi

Con Basilea 3 – accordo internazionale doveroso quanto nefasto per le aziende italiane – le imprese devono autofinanziarsi anche i beni strumentali!

Ieri il leasing era troppo facile oggi troppo difficile, un problema solo d’insolvenza? No piuttosto di Mercato!

Ma ai due primi posti degli insolventi troviamo:

1° Lo Stato e 2° Le Banche!

Esiste una forte richiesta di auto per l’impresa ma i terminali rispondono No! Nel terzo millennio è possibile paralizzare tutto per mancanza di creatività!

Europa: una PMI su tre non ha avuto accesso al credito

Oggi esistono nuove soluzioni per la mobilità collettiva, il leasing e il mero acquisto di autovetture stanno lasciando sempre più il posto a servizi a tempo omnicomprensivi di ogni costo e vessatorio balzello!

Uno stato illuminato e liberale da tempo avrebbe eliminato questo stillicidio di tasse sul settore auto – certo ben pago del gettito ottenuto dai soli carburanti !

Il carburante infatti permette una tassazione graduale e progressiva secondo la capacità contributiva di ciascuno – infatti una Ferrari  non consuma come una Panda e 3/4 del carburante vanno in tasse!

Oggi il problema è avere un mezzo per lavorare – e la crisi ha trascinato tutto il settore automotive società finanziarie comprese!

Il noleggio a lungo termine alla fine dà le medesime risposte negative del leasing, il noleggio a breve richiede carte di credito solide e solvibili, le nuove frontiere sono dunque il noleggio a medio termine dove le tradizionali compagnie si sforzano di pubblicizzare sempre nuove soluzioni …

il car sharing  anche il peer-to-peer e altre forme innovative che funzionano però meglio  nelle città medio-grande.

O innovazioni come quella dell’auto instancabile senza guidatore tecnologica che potrebbe essere il taxi-economico del futuro!  Waymo

Stiamo studiando una forma di noleggio strumentale di autovetture che permetta di noleggiare il mezzo – dove la garanzia sia rappresentata dallo stesso “mezzo”.

Una Start up tecnologica ed innovativa! Se l’auto non la paghi questa per contratto si ferma!

L’auto sarà in rete  se non viene pagata la rata – l’auto verrà immediatamente ritirata.

Il  pagamento potrà però essere effettuato dal POS  istallato nell’auto.

L’auto chiaramente geo-localizzata disporrà di un software che blocca  comunque l’auto se non arriva mensilmente una chiave di sblocco!

Stiamo studiando un brevetto di Bosch da applicare alle auto ma anche le case automobilistiche sono orientate a questo tipo di accesso all’uso dell’auto.

Questo consentirà fin dal giorno successivo il ritiro dell’auto azzerando il rischio di perdita e danno del mezzo!

L’auto si aprirà col cellulare personale se la chiave elettronica verrà aggiornata dalla nostra agenzia di noleggio altrimenti resterà al parcheggio!

Ma ci sono dei rischi – certo !

Ma è stupido continuare ad ignorare l’ esigenza reale che sale dalle PMI – c’è un mercato sconfinato di piccoli-medi imprenditori che si vedono negare un auto a rate, in leasing, in noleggio a lungo termine e che da anni oramai non cambiano più gli automezzi strumentali – funzionali alla loro attività.

Pur di vendere auto le cause automobilistiche spendono oltre il 25% in pubblicità e scontano periodicamente le auto in magazzino di un altro 25% pensate che il rischio d’insolvenza incida oltre questi valori ?